Pedana Posturometrica

  Cos’è la pedana posturometrica?

La pedana posturometrica è uno strumento clinico che in odontoiatria viene usato per diagnosticare gravi malocclusioni dentarie causa di dolori vertebrali, lombari e cervicali. Non è, e non può essere da sola, strumento diagnostico, per intraprendere terapie correttive della postura ma si pone al servizio del clinico, per aiutarlo ad oggetivare i comportamenti posturali, tenere memoria della situazione attuale, per poterla confrontare con gli esami futuri.

 
Cosa viene misurato con la stabilometria?

Si misura la posizione media del centro di gravità del corpo e dei suoi piccoli movimenti attorno a tale posizione.

Il baricentro invece è il centro esatto della massa di un soggetto, ossia il suo “centro geometrico” quando tale soggetto possieda una massa simmetricamente distribuita e omogenea.

Ciò non vuol dire misurare l’equilibrio, ma la stabilità in quanto essa è la proprietà di un corpo disturbato nel suo equilibrio, di tornare al suo stato.

Il Sistema Nervoso Centrale è capace di mettere a punto, istante dopo istante, le migliori strategie posturali, adeguandole alla situazione contingente.

Relativamente alla stazione eretta, si è potuto osservare che questa efficienza si manifesta, con la distribuzione del peso corporeo sui due piedi.

La pedana posturo-stabilometrica ci fornisce  la localizzazione al suolo della proiezione del baricentro della persona, la dinamica di tale proiezione nel momento dell’osservazione, la localizzazione e dinamica del baricentro di ciascun piede, la ripartizione del carico fra piede destro e sinistro, la ripartizione del carico fra 1° metatarso, 5° metatarso e tallone.

A cosa servono tali misurazioni?

Con l’analisi di questi dati è possibile valutare le disfunzioni e patologie in campo posturale , dalle patologie vestibolari , ortopediche , odontoiatriche e podologiche.