Sbiancamento


Per sbiancamento bisogna intendere lo schiarimento del colore naturale del dente che per sua natura presenta già moltissime variazioni di colore. Esiste infatti tutta una gamma di colori naturali dei denti dalla quale dipende il risultato del trattamento sbiancante. Più è scuro il colore di base meno intensa sarà la tonalità di bianco da aspettarsi in seguito al trattamento ma il risultato è comunque evidente. Questo vale per lo sbiancamento dei denti vitali cioè di denti non soggetti a devitalizzazioni, a traumi, a ricostruzioni. Va per cui considerato un trattamento specifico in considerazione della causa che ha determinato lo scurimento di un singolo o di pochi denti.

Lampada a led

Questa tecnica consiste nell’applicazione sui denti di apposite sostanze sbiancanti, solitamente un gel, a base di perossido di idrogeno o perossido di carbamide ad alta concentrazione, che vengono attivate dalla luce della lampada a led, rendendo disponibile il principio attivo sulla superficie del dente. Lo stesso gel, attivato dalla lampada, rilascia radicali liberi che penetrano attraverso lo smalto dentale e raggiungono le molecole pigmentate dei denti, responsabili di macchie o del loro ingiallimento, frantumandole mediante reazioni di ossido-riduzione. Di conseguenza, i denti appaiono più bianchi e lucidi. L’effettivo “sbiancamento” dei denti è visibile immediatamente dopo la prima seduta  e, nei giorni successivi, l’estetica del sorriso migliora ulteriormente.

Le fasi dello sbiancamento da seguire sono:

Pulizia professionale dei denti, determinazione del colore dei denti, eventuale fotografia dei denti prima del trattamento, divaricazione della bocca con apposito strumento, applicazione del gel sbiancante, irradiazione con la luce led, rimozione del gel, eventuale fotografia dei denti sbiancati dopo il trattamento e confronto con lo scatto precedente. Si riduce tutto ad un’unica seduta di circa un’ora e mezza o due durante le quali vari intervalli di posa sono necessari per l’efficacia del trattamento.

Dopo il trattamento di sbiancamento dentale , è possibile un aumento temporaneo della sensibilità dei denti. Nei due giorni successivi, si consiglia vivamente di evitare l’assunzione di cibi contenenti pigmenti coloranti come bibite, caffè, liquirizia, vino rosso e tè nero. I fumatori, invece, dovrebbero astenersi dal fumo almeno nei due giorni successivi al trattamento.