Implantologia Dentale

Cos’è?

L’impianto dentale è una vite in lega di titanio che sostituisce la radice naturale del dente mancante. Agli impianti inseriti nelle ossa mascellari e mandibolari è applicato un perno moncone in lega di titanio o zirconio che sostiene la corona avvitata o cementata. In questo modo viene ricreato totalmente il dente. L’impianto dentale consente di sostituire singoli denti (corona su impianto), più denti mancanti (ponte su impianto) o tutta l’arcata dentale (protesi totale), permettendo di ripristinare l’aspetto funzionale ed estetico di un dente naturale, ridonando il comfort e la sicurezza perdute.

Quali sono i vantaggi?

Gli impianti dentali possono essere inseriti senza influire sugli altri denti sani e offrono una soluzione a lungo termine. Rappresentano un’eccezionale resistenza e durata oltre ad essere altamente biocompatibili. Rispettano oltretutto perfettamente l’estetica naturale del dente mancante sia per forma, dimensione e colore oltre a ripristinare le funzioni masticatorie.

In quali casi si ricorre all’implantologia?

Un impianto può essere una soluzione per chiunque ne abbia esigenza. In presenza di una bocca sana priva di infiammazioni e parodontologie e con un buono spessore osseo è consigliabile ricorrere a questo tipo di intervento anziché ad uno alternativo. Come per tutte le protesi però è fortemente raccomandabile prevenire stati infiammatori o infettivi attuando una corretta e regolare igiene orale e presentarsi per costanti controlli periodici dal dentista onde evitare un coinvolgimento osseo.

Cosa fa il dentista?

In seguito a esami radiografici per accertarsi che ci siano le condizioni ideali si affronta l’intervento in un’unica seduta durante la quale verrà creato lo spazio nell’osso per potervi inserire la vite che funzionerà come radice del dente. A guarigione avvenuta viene inserita una vite di guarigione alla quale, in una terza seduta, è possibile applicare un perno moncone che ha funzione di sostegno per la corona che a sua volta vi verrà cementata o avvitata dopo aver preso le impronte necessarie per la sua realizzazione in laboratorio.